Tutti i colori del buio

Talvolta ho paura. Inizio inoltrandomi lungo il sentiero della paura, e man mano che la luce del giorno cala, e si fissa in quel momento dell’imbrunire appena prima della notte, allora comincio a mettere a fuoco i miei pensieri sulla paura. Penso ai miei figli, e tutto quello che riesco a provare è che ho paura. Ho paura di vederli crescere, ho paura che non sarò in grado di proteggerli. Ho paura che tutto cambi, ho paura che tutto rimanga uguale. E mi paralizzo, sento il respiro di mia moglie al mio fianco, pesante, sereno, incosciente e il brivido della paura sale lungo la schiena e mi disgusta. I colori della stanza scolorano nel blu viola della notte e il riflesso dei fari delle macchine getta lampi di luce sul soffitto. Non ho mai paura, non ho paura degli uomini, non ho paura della morte, non ho paura quando corro in moto. Ho paura dell’innominabile sconosciuto sentore dell’incertezza, della fragilità proiettata dai miei figli in cui rivedo me stesso senza macchia.

Dell’inconsolabile paura del nulla che c’è dopo, di cui l’imbrunire è solo un anticipo giornaliero. Dell’incrollabile, logica certezza che non c’è fede, né bontà nell’uomo, ma soltanto una vita senza ragione ne tantomeno morale.

L’unica certezza in cui riporre le mie speranze per il futuro è riposta nel sonno, che per fortuna arriva, alla fine

Lascia un commento

Archiviato in Culture, Visual Arts

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...